Iperbimbo, senza un posizionamento.

Tra gli specialisti verticali, Iperbimbo, almeno qua nel torinese, è una realtà che sta acquisendo negli utlimi anni sempre più credibilità.

Da Iperbimbo si trova un po’ di tutto, dall’abbigliamento per i più piccini, ai giocattoli, ai passeggini, alle pappe fino ai gadget più strani per ogni età del bambino (io non ho figli, ma sentendo i miei amici parlarne, sembra che le trovate più buffe e simpatiche si trovino solo all’iperbimbo).

 

Su internet, lo specialista di articoli per la prima infanzia e per i bambini, si è dato da fare con un sito dall’immagine molto curata un menu semplice e intuitivo, alcune rubriche carine (come il calcolatore di calorie e una guida rapida per scegliere il nome del nascituro), ma ancora poca interazione e dialogo con il proprio consumatore.

 

Se da un lato si notano alcune ingenuità come l’iscrizione alla newsletter in barba a qualunque regolamentazione sulla privacy e double optin inesistente e un catalogo delle offerte promozionali per il bambino di davvero difficile consultazione, dall’altro, la presenza del bottone “acquista online” (anche se disabilitato) ci fa dedurre come a breve la catena intenda aggredire un mercato, come quello online, ancora sul nascere: e questo è buono, a mio avviso, per tutto il carrozzone.

 

Non riesco però a capire il posizionamento della comunicazione di Iperbimbo, o meglio, mi sembra assente qualunque posizionamento.

 

In qualunque articolo di blog, giornale o rivista specializzata di economia, si legge come il target delle mamme sia quello sempre più attivo e in crescita sul web, quindi quello più ambito per qualunque realtà aziendale la cui offerta è rivolta ai più piccoli. Ma sul sito di Iperbimbo non si vede una chiara proposizione dei plus della catena: il prezzo basso? il vastissimo assortimento? le marche più famose del madagascar? o forse gli innesti cybertronici per accelerare le capacità di apprendimento? insomma, manca l’elemento differenziante che faccia capire perchè bisognerebbe fare i propri acquisti presso questa catena piuttosto che in un qualunque negozio per l’infanzia o ipermercato.

 

Immagino che le visite dirette da un motore di ricerca arrivino solo per la keyword esatta del brand, anche se il risultato di ricerca fornisce questo buffissimo messaggio che fa capire anche quale sistema di gestione dei contenuti sia stato usato (JOOMLA):

Iperbimbo

Joomla! – il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici.
www.iperbimbo.it/

 

Forse, prima di attivare quel bottone per l’acquisto online, è il caso di capire davvero cosa si voglia fare da grandi e assumere un fermo posizionamento della propria offerta e della propria immagine….

 

 

Iperbimbo, senza un posizionamento.ultima modifica: 2009-07-07T13:30:00+02:00da webmarketer
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Iperbimbo, senza un posizionamento.

  1. L’immagine e’ molto forte,un marchio molto conosciuto la convenienza e l’assortimento decisamente sopra la media, mi e’ stato consigliato e’ sono un cliente da anni sodisfatto. ho trovato molta professionalita’ nel punto vendita di Torino spero nell’arrivo della vendita online

Lascia un commento